Ufficio stampa Aakhon

Al forum La Città del Futuro progetti innovativi per ridurre l’impatto ambientale dell’urbanizzazione e aumentare comfort e benessere nelle case

La Città del Futuro

Roma, 25 settembre 2018 – Agglomerati urbani a basso impatto ambientale, costruzioni sostenibili ad alto comfort abitativo che permettono una vita più sana. Questo l’obiettivo del forum La Città del Futuro, organizzato da Road to Green 2020 e Active House Italia, che ha portato a Roma alcuni delle principali aziende che operano nel settore dell’edilizia, con particolare attenzione alle questioni legate alla sostenibilità. L’evento ha ottenuto il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, di Roma Capitale e dell’Assessorato alle Politiche Ambientali, in virtù del contributo offerto in materia di sviluppo urbano sostenibile.

Nel corso del dibattito sono state illustrate alcune best practice di Paesi diversi, sulla base delle quali è stato poi articolato un confronto costruttivo, verso nuove idee e soluzioni sempre più innovative.

Il futuro è l’edilizia 0.0

Massimiliano Caruso (Ceo di AAKHON) ha presentato i contenuti dell’Edilizia 0.0: “Digitalizzazione e Intelligenza artificiale stanno trasformando ogni settore dell’industria e il mondo delle costruzioni non può non tenerne conto. Già da tempo si sente parlare di smart home, ma il futuro sono la cognitive home e l’edilizia 0.0: zero anidride carbonica, zero consumi, zero disconfort, zero scarti, zero inefficienze. Isolamento termico, aria salubre, utilizzo della luce naturale, gestione ottimale dell’acustica e vibroacustica. La realizzazione delle case deve puntare a produrre un volume di scarti quanto più possibile vicino allo 0, e, laddove possibile, preferire materiali riciclati e riciclabili”. Queste sono i contenuti principali che Massimiliano ha citato durante l’intervista rilasciata all’interno dell’evento Romano.